Anche la Bassa nebbiosa is Ready for the Sun

di Valeria Borelli

Prima dell’ibernazione natalizia vorrei introdurvi ad un rock solare che partendo da un ricco background emerge dalla Bassa mantovana, che più bassa non si può: gli EyesAnHour, c’est-à-dire Lu a voce e tastiere, Anvio a chitarre e seconde voci, Blackstuff alle chitarre, Caso a basso e seconde voci, Davide alla batteria.

L’esperienza EaH nasce nel 2010, ma qui il flashback è necessario: la prima formazione risale agli inizi del 2009, in quel di Parma. Lu, Davide e Caso – che già suonavano insieme appassionatamente dai giorni dei primi baffetti matti all’età di quindici anni – con l’aggiunta di Anvio si trovavano in un monolocale, cuffie alla mano, arrangiavano pezzi. Lu aveva dei pezzi in cantiere che non voleva però destinare all’ambito cantautoriale: su questa base iniziano a prendere forma i primi brani EaH.

Questo flashback deve tenere conto però del ruolo di Babbo Natale, lungimirante uomo baffuto, che dieci anni or sono regalò una bella chitarra fiammante al Caso. Da allora due cose sono cambiate: iniziano le prime strimpellate selvagge del Caso; Babbo Natale esiste.

Tornando al 2010, prende vita la  forma embrionale degli EaH a cui si affianca in una prima fase Marcello Pagani in qualità di supervisore e orecchio esterno. Una seconda fase, invece, in cui si definisce l’identità sonora EaH, con l’entrata in scena di un nuovo orecchio esterno al posto di Marcello: il registratore portatile – che era presente il giorno dell’intervista, lo ricordo come un orecchio puntuale, silenzioso, affilato.

Il 2011 segna la grande svolta EaH: il primo approccio in studio di registrazione, da cui prenderà vita nel novembre 2011 l’EP Ready For The Sun e la grande entrata in scena di Blackstuff alle chitarre, in seguito alla quale Lu decide di dedicarsi a voce e tastiere dando così modo agli EaH di trovare il quinto uomo e un suono pieno, energico, vulcanico.

Ora, però, a tu per tu con i maschioni.

Il nome? Cosa mi dite del nome?

Abbiamo suonato per molto tempo in anonimato. Poi grazie all’arte oratoria di quel prodigio di Anvio e ai suoi tragici giochi di parole è nato EyesAnHour – che per chi non avesse ancora colto è il neo-anglicismo fantasioso di Eisenhower-.

So che avete iniziato a suonare nella Bassa (Parma, Mantova, Cremona) e vi siete poi spinti più in là.

Il più grande ostacolo è stata la presenza di locali che, come si sa, sono timidi a far suonare pezzi propri, preferiscono pubblico assicurato proponendo le classiche tribute band. Noi però abbiamo continuato ad auto-promuoverci sia in locali della zona sia in alcuni festival -primi fra tutti Sabbio Summer Rock a Sabbioneta e Watchout Festival di Viadana, entrambi nel mantovano- per avere continuità dal vivo. Inoltre, abbiamo da subito sfruttato l’opportunità dei concorsi gratuiti per allargare gli orizzonti: qui si collocano le esperienze dal vivo di Aulla, Forlì, Bologna. Insomma, per riassumere “Abbiamo cercato di uscire dal nostro brodo”.

Arriviamo a Ready For The Sun, il vostro EP da poco uscito.

Premessa: abbiamo le mani da palco, il cd è registrato dal vivo con solo mixaggio in studio.

Ad inizio 2011, prima dell’entrata in scena di Blackstuff nella formazione EaH, ci siamo recati al Taverna Studio nelle colline bresciane vicino ad Iseo, “come le giovani marmotte”. È stata la nostra prima esperienza in studio: si gode perché hai la testa lì e basta. Alcuni cambiamenti ai pezzi sono stati apportati proprio lì in studio. -“Era tutto molto intimo” dicono ammiccanti con le braccia conserte-

Per quanto riguarda i testi ci basiamo sulla prima stesura del Lu e poi ne discutiamo insieme, vogliamo essere provocatori, anche le poche volte che parliamo d’amore. Vogliamo scatenare idee, consensi e dissensi, a questo proposito presto sul nostro sito http://www.eyesanhour.com/ apriremo uno spazio dedicato al dibattito con il pubblico. Ah, sul sito c’è la possibilità di ascoltare i pezzi in streaming. Stay tuned.

Altri contatti utili:
info@eyesanhour.com
http://twitter.com/EyesAnHour
http://www.facebook.com/eyesanhour

Ora non vi resta che ascoltarli il 30/12 allo showcase per presentare l’uscita dell’EP al Pub Fuori Porta di Casalmaggiore (CR) e il 02/03 al Latte Più di Brescia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...