La Claire, redhead speaker di Radio Rumore

Ciao! Chi sei? Cosa fai? Presentati ai nostri lettori!

Ciao! Mi chiamo Chiara, ma per tutti sono la Claire. Sono nata a Pordenone. Vi chiedete dove sia? In Friuli Venezia Giulia, regione sperduta nell’angolino in alto a destra. Mi sono trasferita in Emilia per motivi di studio a diciannove anni, prima a Parma e poi a Reggio Emilia dove oltre ad andare a lezione, vado anche in onda su Radio Rumore (http://www.rumoreweb.it/), la webradio universitaria.

Com’è lavorare in una radio? Devi avere particolari abilità?

Non ci vogliono particolari doti per lavorare in una radio, se non una buona parlantina e curiosità. Ecco, la curiosità è quella che mi ha spinto ad entrare a far parte di Radio Rumore. Durante la ricerca disperata di informazioni sull’iscrizione al corso di Scienze della Comunicazione, ho notato una piccola inserzione della radio che diceva “Vieni anche tu!” e così ho deciso di inviare il modulo per l’iscrizione. Per puro hobby. Tuttavia la radio non è solo una breve occupazione, è una grande passione che mi fa passare ore e ore in redazione per preparare i vari programmi e le varie scalette musicali. Insomma, ci vuole parlantina, curiosità e passione. Lavorare in una radio è splendido dal punto di vista umano, si incontrano moltissime persone che ti raccontano di tutto. Lo speaker delle volte veste i panni di uno psicologo più divertente, soprattutto nei fuori onda.

Qualche tempo fa presentavi “Tre Donne e una Gamba”, puoi parlarcene?

Tre Donne E Una Gamba era un programma di Radio Rumore che parlava di sesso e che ora purtroppo si è concluso. Nacque da un’idea mia e delle altre due contuttrici, Giulia e Lara, per voler raccontare in chiavi differenti la sessualità. Ogni settimana si parlava di un argomento differente, per esempio di sesso orale, sadomasochismo, oppure i falsi miti del sesso; ogni mercoledì avevamo un tema che veniva affrontato sotto diversi aspetti, dallo scientifico al culinario al musicale. Io mi occupavo soprattutto di La Gamba Del Giorno, una parte del programma dedicata interamente ai miti del rock e alle leggende che circolano sulle loro qualità sessuali. Voi non avete idea di quante cose abbia scoperto preparando quella rubrica! Ecco, se dovessi incoronare la band più scatenata, m’inchinerei di fronte ai Led Zeppelin. Stiamo pensando ad un futuro per Tre Donne, perché in fin dei conti ci manca molto.

E adesso hai qualche nuovo progetto in cantiere?

Per ora faccio parte della redazione di alcuni progetti, uno di questi riguarda la collaborazione con M2O. Il programma che sancisce la fratellanza tra M2O e Rumore si chiama M2U, dove U sta per University, che va in onda ogni mattina dalle sette alle otto di mattina. In pratica, Radio Rumore fa parte di un grosso network di webradio universitarie italiane (RadUni) e dal 2011 quest’organizzazione collabora con M2O per poter dare la possibilità di visibilità anche alle realtà universitarie. In quel progetto mi occupo di dare le notizie musicali, come potete immaginare mi dedico interamente all’informazione sula musica. Un altro programma di cui faccio parte è Caffè Scorretto, in onda su www.rumoreweb.it e su Radio Reggio il lunedì alle 17:00. Caffé Scorretto è un programma di un’ora in cui vengono intervistati dei personaggi importanti di Reggio Emilia da due speaker della radio che si alternano ogni settimana. È bello per gli ascoltatori ed è bello anche per noi della radio perché abbiamo creato un gruppo molto unito, una famiglia.
Nel mio cantiere personale c’è un programma che spero parta a fine febbraio, l’inizio dipenderà dagli esami univesitari. INDIE[G]NATION, questo è il nome, sarà un programma che tratterà di musica indipendente, italiana e non con interviste, report da concerti e recensioni sulle nuove uscite.

La top-five list che metteresti in onda in questo momento?

Top-five  List? Caspita, queste sono le domande più difficili a cui rispondere per una che mastica musica ogni giorno! Allora, diciamo subito che metto in classifica due rosse mal pelo come me: Florence Welch e Letizia Cesarini, in arte Maria Antonietta. Poi ci aggiungerei del sano folk con Bon Iver, che in inverno è sempre azzeccato [sarà per il nome?!] e del rock’n’roll pesissimo con i Death From Above 1979. Ciliegina sulla torta, i White Lies. Quindi:
1) Cerimonials -Florence and the Machine
2) Maria Antonietta – Maria Antonietta
3) Bon Iver – Bon Iver
4) You’re a Woman, I’m a Machine – Death From Above 1979
5) To Lose My Life – White Lies

Sappiamo che hai un blog, Dum Dum Berries, giusto?

Siete informatissimi, voi di Mogol Bordello!
Dum Dum Berries (http://dumdumberries.blogspot.com/) è il mio blog personale, tra l’altro a marzo farà un anno, cari lui! Ci scrivo tutte le frittate mentali che mi faccio ogni giorno, sono soprattutto considerazioni generali sulle persone partendo da alcune mie paure, da alcuni sogni che faccio la notte. Non scrivo mai in maniera esplicita, utilizzo un linguaggio un po’ criptato perché credo che possa stimolare di più la fantasia. E poi per un fattore di privacy. Di sicuro Dum Dum Berries non è un diario su cui annoto le mie turbe d’amore, o meglio, scrivo di turbamenti e problemi ma in modo più distaccato dalla mia quotidianità.

C’è un motto che vorresti condividere con il resto del mondo?

«Sono in guerra contro l’ovvio», una frase di William Eggleston, fotografo americano e pioniere della fotografia a colori.

Hi! Introduce yourself to our readers!

Hello! My name is Chiara, but everyone calls me Claire. I was born in Pordenone (in Friuli Venezia Giulia, a little region on the upper right corner of Italy). I moved to Emilia for study at the age of nineteen, first in Parma and then in Reggio Emilia where I attend the university and I also work for Radio Rumore (http://www.rumoreweb.it/), our students webradio.

How is working in a radio? Have you need any particular skills to work into it?

You don’t need special skills to work in radio, just have a good gab and a lot of curiosity. Well, curiosity is what drove me to become part of Radio Rumore. While I was in desperately search of subscription information at the course of Science of Communication, I noticed a small insertion of the radio that said: “Come with us!”; and so I decided to send the registration form. For pure hobby. However, the radio is not just a brief occupation, is a true passion that makes me spend hours and hours in office to prepare various programs and play-lists. After all, you must be a good talker, and own a lot of curiosity and passion. Working in a radio is a wonderful experience by the human point of view: you can meet many people who tell you of everything. Sometimes the speaker plays the role of a more funny psychologist, especially off the air.

Some time ago you directed “Tre Donne e una Gamba”(“Three woman and a leg”), can you tell us something about it?

Tre Donne e una Gamba was a program about sex which is sadly ended. It was a mine brainchild and of my coworkers, Giulia and Sara: we wanted to talk about sexuality in different ways. Every week we talked about different argument: oral sex, sadomasochism, false sex myths; every Wednesday we had an theme that was treated for example in the scientific aspect, or in the culinary aspect or in the musical aspect too. I was responsible to La Gamba Del Giorno (The Leg of The Day), the part of the program dedicated to the rock stars and the legends about their sexual qualities. You have no idea how many things I’ve discovered! If I had to crown the wildest band would be definitely the Led Zeppelin. But we are planning a future for this program, because we miss it a lot.

And now have you got some new project?

At the moment I take part at the preparation of some new project, including the collaboration with M2O.The program M2U marks the brotherhood between M20 and Rumore: it goes on air every morning from 7 am to 8 am. Radio Rumore is part of a large network of Italian university webradios, which from 2011 collaborates with M2O that gives to this small realities an opportunity. Another project which I belong to is “Caffè Scorretto” (“Bad Coffee”, ndr), on air on www.rumoreweb.it and on Radio Reggio on Monday at 5 pm; this is a one-hour program in which the most important people of Reggio Emilia are interviewed by two different speakers every week. It’s good for the listeners and for our radio-family too, because in these years we’ve created a stronger group! In my personal building yard there’s a program I hope to start in late February: INDI[G]NATION, this is the name, will be a program on indie music from Italy and from the rest of the world, with interviews, concerts reports and a lot of reviews on new releases.

What is the top-five list that you would like to put on air in this period?

A top-five list? Wow, these are the most difficult questions for who chews music every day! So, I place immediately two redhead ladies like me: Florence Welch and Letizia Cesarini (aka Maria Antonietta). Then I could add some healthy folk with Bon Iver (during the winter he’s never out of place…maybe for his name!) and the heavy rock’n’roll of Death From Above 1979. The cherry on the cake are The White Lies. In summary:

  1. Ceremonials – Florence+The Machines;
  2. Maria Antonietta – Maria Antonietta;
  3. Bon Iver – Bon Iver;
  4. You’re a Woman, I’m a Machine – Death From Above 1979
  5. To Lose My Life – White Lies

We know you have a blog, Dum Dum Berries, right?

Yes, Dum Dum Berries (http://dumdumberries.blogspot.com/)  is my personal blog, and in March will do a year! I write on it all my daily mental mess: mostly are general consideration about people, starting from my fears and from some dreams I make during the night. I never wrote in an explicit way, I use an encrypted language, first for the privacy, but I think it also stimulates imagination. Certainly the blog is not a diary in which I record my love’s rubble, or rather, I write about troubles and problems, but in a more detached way!

There’s a motto you would like to share with the rest of the world?

«I am at war with the obvious», a quote of William Eggleston, American photographer and pioneer of color photograph.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,

One thought on “La Claire, redhead speaker di Radio Rumore

  1. Hi there, I discovered your website by way of Google whilst looking for a similar subject, your web site came up, it appears to be like good. I have bookmarked it in my google bookmarks. I’m now not positive where you are getting your info, however great topic. I must spend some time learning more or figuring out more. Thanks for great information I was looking for this info for my mission.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...