Mistikalistika

di Chiara Berton

Mistikalistika è una giovane artista a perditempo di Parma. Il suo materiale è il legno, fatto a pezzi per creare opere pop-pettare (le avevamo catalogate così e a lei è piaciuto) di forte impatto immaginoso. E abbiamo anche scoperto che il seghetto alternativo non ha niente a che fare con gli hipster. 

Chi è Mistikalistika?

Dunque, dunque: Mistikalistika è una ragazza ormai quasi trentenne che nei momenti di grigiume colora sul legno e si trattiene tra le righe. Non ho studi artistici alle spalle, possiedo solo una gentile affinità con il legno.

Abbiamo visto alcune tue opere sul tuo blog (www.mistikina.blogspot.com), come potremmo definire esattamente il tuo stile?

Lo stile, perbacco…non so che stile ho! Sinceramente non mi son mai definita,  mi piace però come lo hai definito tu pop-pettaro è simpatico, ci sta.

Da qualche tempo sei assente dalla scena artistica, è una scelta tua o semplicemente un momento di stallo creativo?

Ecco, direi una scelta mia nel senso che ora sono troppo felice e non riesco ad intesirmi quel poco per accendere il seghetto alternativo. Ma sinceramente mi manca quel fare, devo trovare il modo di sfruttar la felicità e non aspettare la tristezza, che poi fa anche lo stesso. Una triste verità è inoltre la mancanza di tempo, il lavoro sa rubare un sacco di energie buone!

Hai in cantiere qualche nuovo progetto?

Sì, se arriva volentieri.

Com’è il tuo rapporto con le altre arti?

L’ultima mia opera ( il cuore-banana, ndr) nasce quasi un anno fa,  mentre ascoltavo ininterrottamente l’ album Heligoland dei Massive Attack, e la mia preferita Atlas Air. Sono molto affezionata anche al silenzio.

L’ultimo libro che ho letto è stato La fine del mondo storto di Mauro Corona. E non leggevo da anni!

La cucina con il passar del tempo sta diventando una vera compagna. Improvviso marmellate e ricette vegetariane. Anche il digiuno rende creativi.

Con l’architettura ho un gran bel rapporto d’ amicizia, la mia migliore amica è un architetto!

Come nascono le tue opere? Quali tecniche prediligi?

Non prediligo nessuna tecnica, purtroppo conosco e ho sperimentato solo la mia : acrilici su compensato sagomato con l’insostituibile seghetto alternativo.

Di solito la nascita prende forma da una riga , qualche volta schizzo un progettino su carta ma molto spesso mi lascio guidare dalle righe, che detto così vuol dire tutto e niente. Comunque trovo piacere nell’incastrare cose o animali con pezzetti di anatomia geometrica umana, un naso ed un occhio ce li infilo sempre, ecco.

Cosa pensi della scena artistica locale della tua zona?

Non so, ma di amici e conoscenti che fanno in zona ce ne sono, loro si che son bravi! 

Un po’ alla Nonna Papera credo che FARE sia sempre un bella forma d’arte.

http://www.mistikina.blogspot.com

Mistikalistika is a young artist from Parma. She works on wood to create pieces of strong imaginative impact. We also discover that the jigsaw is not an hipster’s tool!

Who is Mistikalistika?

So, Mistikalistika is a 30 years old girl that in moment of grayness colors on the wood and holds herself between the lines. I haven’t got art studies behind, only a nice affinity with wood.

We have seen some of your works on your blog (http://www.mistikina.blogspot.com/), how can we define your style?

The style, gosh…I do not know what kind of style I have. Honestly, I have never defined it, but I like how you’ve called it: poppettaro. Is nice.

How born your works and what techniques do you use?

I don’t prefer any technical, and unfortunately I’ve tried only mine: acrylic on plywood shaped with the irreplaceable jigsaw. Usually the birth takes the form of a line, sometimes a sketch on paper, but often I’m guided by the lines. However, I find pleasure with the mix of objects or animals and bits of human geometrical anatomy, I put into my works always a nose or an eye.

For some time you’re absent from the art scene, is a your choice or simply a moment of creative impasse?

I would say it is my choice, in the sense that now I’m too happy and I can’t load me to turn the alternative jigsaw. But frankly, I miss doing that. I need to find a way to exploit happiness and not wait the sadness. A sad truth is the time, job knows steal a lot of good energy.

Do you have any project in the drawer?

Yes, with pleasure if it comes.

What is your relationship with the other arts?

My latest work (the banana-heart, ed) was born almost a year ago, while I listened Massive Attack’s Heligoland without interruption, especially Atlas Air, my favourite. I’m also very affectionate to silence.

The last book I read was La fine del mondo storto of Mauro Corona. And I didn’t read for years.

Cuisine, with the passage of time is becoming a real partner. I improvise jam and vegetarian recipes. Even the fast make creative.

With the architecture I have a great friendship, my best friend is an architect!

What do you think about the local art scene in your area?

I don’t know, but I’ve got a lot of friends that make art here…and are great! Just like Grandma Duck I think that “Doing” is always a beautiful art form.

http://www.mistikina.blogspot.com

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...